Lezioni di Cubase – 6 (creare la traccia audio)

Nella precedente lezione abbiamo creato il nostro primo progetto ed effettuate le impostazioni della scheda audio e dell’interfaccia MIDI. Per la registrazione di un segnale audio occorre creare una traccia audio per cui, possiamo selezionare Project/Add track/Audio… compare la seguente finestra nella quale possiamo scegliere il numero delle tracce da aggiungere (impostando il numero desiderato nel riquadro Count), la loro tipologia (mono, stereo, surround) ed eventualmente un track preset cliccando sul pulsante Browse. In alternativa possiamo cliccare con il pulsante destro nella Track List e selezionare Add Audio Track nel riquadro che compare. Andiamo con ordine.

Nel riquadro Configuration possiamo scegliere i canali di cui sarà costituita la traccia audio. È noto che una traccia mono è costituita da un solo canale, una traccia stereo da due canali detti L (left, sinistro) e R (right, destro) mentre le tracce surround presentano diverse configurazioni che utilizzano un numero minimo di tre canali ed uno massimo di sei (in Cubase).

Per quanto riguarda il surround, immaginate di essere al centro di una stanza: tutto ciò che si trova davanti a voi costituisce un’area chiamata Front mentre tutto ciò che è alle vostre spalle si trova nell’area Back (o detta anche Rear). Le disposizioni Surround prevedono altoparlanti posizionati in una od entrambe le zone e utilizzano nomenclautre del tipo 3/2 (tre altoparlanti Front, due Back).

I canali posizionati nell’area Front sono:

  • L = left
  • C = center
  • R = right
  • Lfe = Low frequency emitter (il subwoofer)

I canali posizionati nell’area Back sono:

  • Ls = left surround
  • S = center surround
  • Rs = right surround

Combinando i vari canali possiamo avere diverse configurazioni. Quelle ammesse in Cubase sono:

  • LRCS, formato a 4 canali: L (left), R (right), C (center), S (center surround), indicato con 3/1
  • 5.0, formato a 5 canali: L (left), R (right), C (center), Ls (left surround), Rs (right surround), rappresentato da 3/2
  • 5.1, formato a 6 canali: L (left), R (right), C (center), Ls (left surround), Rs (right surround), Lfe (Low frequency emitter, il subwoofer), indicato con 3/2 + Lfe
  • LRC, formato a 3 canali: L (left), R (right), C (center), indicato con 3/0
  • LRS, formato a 3 canali: L (left), R (right), S (center surround), indicato con 2/1
  • LRC+Lfe, formato a 4 canali: L (left), R (right), C (center), Lfe (Low frequency emitter)
  • LRS+Lfe, formato a 4 canali: L (left), R (right), S (center surround), Lfe (Low frequency emitter)
  • Quadro, formato quadrofonico
  • LRCS+Lfe, formato a 5 canali: L (left), R (right), C (center), S (center surround), Lfe (Low frequency emitter)
  • Quadro+Lfe, formato quadrofonico più il canale Lfe (Low frequency emitter)
  • 6.0 music, formato a 6 canali: L (left), R (right), C (center), Ls (left surround), S (center surround), Rs (right surround)
  • 6.0 cine, formato a 6 canali: L (left), R (right), Ls (left surround), Rs (right surround), due canali L e R laterali.

Cliccando sul pulsante Browse la finestra si allarga per mostrare i Track Preset, configurazioni ottimizzate per specifiche esigenze di registrazione che consentono di memorizzare nel preset anche le tipologie di equalizzazioni e i plug-in in insert da utilizzare. Sono molto utili qualora occorre registrare con frequenza specifiche sorgenti sonore (una voce, un pianoforte) che richiedono delle impostazioni costanti di fonia; in tal caso è possibile salvare queste impostazioni in un preset che può poi essere nuovamente riutilizzato in altri progetti. Vedremo come fare. Nella figura successiva è stata selezionata una categoria di preset per registrare un coro per una produzione di musica pop, selezionando diverse opzioni presenti su diverse colonne.

Nel riquadro di destra sono elencati i preset possibili. Selezioniamo il preset Choir Female Backings e clicchiamo su Add Track.

Nella Track List ora compare una traccia audio chiamata Choir female e come possiamo osservare presenta una curva di equalizzazione definita e un compressore in modalità insert.

Se si vuole aggiungere una traccia generica, priva quindi di impostazioni particolari, occorre ripetere le operazioni di creazione della traccia, scegliendone la tipologia senza passare per la finestra Browse (se aperta, cliccare nuovamente sul pulsante Browse per chiuderla). Dopo aver aggiunto una traccia stereo generica nella Track List sono presenti due tracce audio.

La traccia selezionata è più chiara rispetto alle altre. Per eliminare una o più tracce dal progetto basta selezionarle e premere il tasto Backspace (ma attenzione a controllare che non siano selezionate clip audio o parti MIDI nella finestra eventi altrimenti verranno cancellate loro al posto della traccia) oppure cliccare sulla traccia con il pulsante destro e scegliere Remove Selected Tracks o anche selezionare Project/Remove Selected Tracks.

Per assegnare un nome alla traccia audio basta effettuare un doppio click su di esso.

Lezione 1

Lezione 7

Annunci

Informazioni su silviorelandini

sound designer, docente di tecnologie musicali, direttore iitm
Questa voce è stata pubblicata in Corsi, Software e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a Lezioni di Cubase – 6 (creare la traccia audio)

  1. Pingback: Lezioni di Cubase – 5 (la finestra project) | tecnologiamusicale

  2. mariodiroma ha detto:

    perche’ quando registro la voce in mono mi vengono le punte del grafico piatte,che poi ascoltando nel punto mpiatto fa come un eco metallizzato,grazie

    • silviorelandini ha detto:

      probabilmente sta registrando ad un livello troppo alto, superiore al massimo valore consentito (0 dB). In tal caso viene superato il valore più alto dell’informazione binaria e pertanto l’effetto che si ottiene è di “squadrare” la forma d’onda.

  3. Alfonso Russo ha detto:

    Utilizzo ancora cubase 5, ma purtroppo su win 7 non riesco piu’ a salvare i preset traccia instruments ,audio, multi……..Tra l’altro non riesco a creare neanche una cartella aggiuntiva di salvataggio(?)….Che sia un problema di runtime c++….Spero mi possa dare una risposta ,grazie?

    • silviorelandini ha detto:

      Purtroppo quando i sistemi operativi evolvono cambiano molte procedure operative per cui versioni molto vecchie di software complessi come le DAW possono risultare mal funzionanti. Consiglio di aggiornare il suo Cubase in quanto le nuove versioni sono molto performanti. Buona serata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...