Lezioni di Cubase – 28 (Editing audio 10)

Dividere, Incollare, unire gli eventi in una parte audio

Consideriamo un progetto costituito da un’unica traccia audio con un evento che andiamo a selezionare.

425 lez 10

Abbiamo visto che gli eventi possono essere tagliati in due o più clip attraverso l’operazione di split at cursor oppure con lo strumento forbice. Possiamo anche effettuare una divisione utilizzando la funzione Split loop. Per esempio colloco un loop dalla misura 3 alla 5.

426 lez 10

Selezionando Edit/Functions/Split Loop l’evento viene tagliato ai locatori L ed R risultando quindi diviso in tre parti.

427 lez 10

Se su di loro non è stata effettuata alcuna operazione, gli eventi divisi possono essere riuniti ricostituendo l’unico evento con lo strumento colla posizionato sulla barra degli strumenti tra i pulsanti delle forbici e della gomma.

428 lez 10

Una volta selezionato lo strumento si va a cliccare sulla prima clip di sinistra che sarà incollata a quella subito dopo.

429 lez 10

Si continua a cliccare con lo strumento colla sulla clip di sinistra fino a quando non otterremo l’unico evento. Tuttavia se con lo strumento colla cliccate su un evento tenendo premuto anche il tasto [Alt] l’evento sarà incollato a quello seguente ma anche tutti gli eventi sulla traccia saranno incollati tra loro.

430 lez 10

Effettuate nuovamente la divisione dell’evento sui locatori o se preferite, annullate le due operazioni di incollatura agendo nella history.

431 lez 10

Sulla clip centrale togliamo 2 dB di Volume.

432 lez 10

Se ora riproviamo ad incollare nuovamente gli eventi possiamo osservare che non otterremo l’unico evento originale bensì costruiremo quella che viene chiamata una parte audio.

433 lez 10

Le parti audio costituiscono un unico oggetto all’interno del quale sono presenti clip dello stesso evento e/o altri eventi. Riconosciamo una parte audio rispetto alla clip in quanto osservando la sua immagine notiamo i tagli, le divisioni delle clip e degli eventi oltre ad una specie di cornice intorno alle forma d’onda. E’ possibile anche creare una parte audio selezionando gli eventi audio che ne dovranno far parte e scegliendo Audio/Events to Part. Per rimuovere una parte audio e tornare così alle clip originariamente singole basta selezionarla e scegliere Audio/Dissolve Part. Anche eventi separati tra loro possono costituire una parte audio che ingloberà anche le zone vuote tra loro.

434a lez 10434b lez 10

Una volta creata una parte, qualora volessimo effettuare delle modifiche tra le clip e gli eventi che ne fanno parte possiamo farlo nell’editor della parte stessa che si apre effettuando un doppio click al suo interno.

435 lez 10

All’interno dell’editor è possibile tagliare, spostare, copiare, eliminare eventi e clip che ne fanno parte, applicare fade in/out, ridurre o amplificare i volumi, colorare gli eventi, ecc. ecc. Qualora si spostasse un evento oltre i confini della parte audio comparirà la seguente finestra che chiederà se si vuole allargare la parte audio.

436 lez 10

Annunci

Informazioni su silviorelandini

sound designer, docente di tecnologie musicali, direttore iitm
Questa voce è stata pubblicata in Audio processing & editing, Corsi, Software, Tecniche di HD recording & Sequencing e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...