Dal progetto virtuale alla registrazione con orchestra (terza parte)

Nella seconda parte abbiamo importato il file MusicXML e abbiamo iniziato a preparare la partitura corretta. In questo ultimo articolo vedremo come preparare le partiture sia del direttore che degli esecutori.

La prima cosa da controllare è se l’impaginazione (margini) e le grandezze dei righi sono corrette ovvero consentono una lettura chiara e semplice della partitura. Lavorate a livelli di zoom bassi (normalmente il 45-50%) per scorrere complessivamente la partitura.

049050

Tipicamente i righi della partitura del direttore (in formato A3) hanno una dimensione pari a 5,5 mm ma se la partitura presenta molti strumenti può ovviamente essere portata a 5 e a volta anche a 4,5 mm per evitare sovrapposizioni di simboli a causa del poco spazio tra i righi stessi. La dimensione dei righi può essere verificata ed eventualmente modificata nel nastro Layout e più precisamente nel gruppo Impostazioni Documento.

051

Anche i margini hanno il loro giusto peso. Chiccando sul piccolo pulsantino in basso a destra nel gruppo 8evidenziato in giallo nell’immagine successiva) possiamo aprire la finestra relativa alle Impostazioni.

052

053

Occorre fare attenzione ai margini della pagina e a quelli del rigo. Quando siete a corto di spazi verticali potete modificarli in modo da ottenere maggiore spazio. A livello ottimale i margini superiore ed inferiore potrebbero essere pari a 15 mm.

054

I margini del rigo invece sono leggermente diversi tra prima pagina e pagine successive in quanto devono tenere conto dello spazio per il titolo e dell’indicazione del compositore. Per esperienza ho trovato che la seguente configurazione è un ottimo compromesso.

055

Prima di cliccare su OK verificate sempre che la dimensione della partitura (A3) coincida con l’impostazione di pagina della stampa per cui cliccate su Impostazioni pagina… per aprire la seguente finestra.

056

Se tutto coincide cliccate su OK altrimenti cambiate i valori.

Aggiungete subito il titolo del brano e l’indicazione del compositore agendo nel gruppo Stili del nastro Testo. Cliccate sul piccolo pulsantino evidenziato nella figura successiva.

Schermata 2013-12-09 a 17.40.15

La finestra dei tipi di testo si espanderà e selezionate il riquadro relativo al titolo.

058

Cliccando in partitura, aggiungete il titolo e poi posizionatelo come meglio ritenete cambiandone anche la dimensione se ritenete opportuno farlo.

059

060

Ripetete la stessa operazione per il compositore. Per inserire il testo potete anche usare il vecchio menu Create (fino al Sibelius 6) che compare cliccando con il pulsante destro del mouse in una zona vuota della partitura ovvero senza selezionare oggetti.

061062

A questo punto controllate sezione per sezione stando attenti ai divisi, agli staccati, all’orientamento dei gambi delle note e delle indicazioni dei gruppi irregolari.

Per i divisi occorre tenere conto che normalmente gli strumenti che suonano nella sezione dei legni e degli ottoni preferiscono avere le parti separate su due o più partiture (una per ogni esecutore) ad eccezione dei Corni che, essendo già divisi su due righi (1,2 sul rigo superiore, 3,4 su quello inferiore) ospitano le note di coppia divise però con due voci differenti (gambo orientato verso l’alto per le note suonate dal Corno 1 o dal Corno 3 mentre per i Corni 2 e 4 i gambi delle note sono orientati verso il basso). Per la divisione degli archi normalmente si mantengono sulla stessa parte evidenziano le note divise con voci diverse (come effettuato per i corni).

Sicuramente ci sarà un lavoro di divisione da effettuare sulla parte dei Corni che generalmente potrà comparire nel seguente aspetto ovvero con tutte le note mostrate su un rigo.

063

Come possiamo separare le due note dei corni 1,2 (da spostare anche sul rigo superiore) rispetto a quelle dei corni 3,4? Selezionate per prima cosa la parte.

064

Quindi nel nastro Home cliccate sul Filtri (nastro Seleziona) e nell’elenco che appare selezionate Nota più alta.

065066

 Tutte le note superiori degli accordi nella passaggio musicale evidenziato saranno selezionati.

067

Tagliatele e incollatele sul rigo superiore dei corni.

068

Ora ripetiamo la stessa operazione ancora sul rigo inferiore.

069

Questa volta però prima di tagliare le note trasformiamole in voce 2 (direttamente cliccando sul pulsantino relativo alla voce 2 presente sul tastierino numerico)

070

Selezionate nuovamente la prima misura utile dei corni e incollate.

Schermata 2013-12-09 a 18.23.10

Ora i Corni 1,2 sono a posto mentre occorre sistemare il rigo 3,4 che presenta delle pause della voce 2. Si possono avere due possibilità. Se i Corni sono in omoritmia (hanno la stessa ritmica) come nell’esempio in figura possiamo selezionare tutto il passaggio e forzarlo ad essere della voce 1, altrimenti si può selezionare da filtro la nota finale (prima figura) e trasformarla in voce 2 (seconda figura).

072073

Qualora occorresse potreste migliorare la lettura cambiando la chiave dei corni del secondo rigo da violino a basso come nell’immagine seguente dove i Corni devono essere divisi in due voci (quella superiore assegnata al rigo dei corni 1,2 mentre quella inferiore a quello dei corni 3,4).

074

Per dividere, possiamo selezionare il passaggio musicale, usare il filtro per selezionare la nota più alta, tagliare e incollare sul rigo superiore. Prima di tagliare e incollare ricordatevi di inserire le pause di minima e semiminima nella misura da incollare sul rigo superiore dato che la prima nota utile è sul quarto quarto.

075

Si tagliano le note selezionate, si seleziona la seconda pausa di semiminima sul rigo superiore e si incolla.

076

Sul rigo inferiore possiamo cambiare chiave utilizzando l’opportuno pulsante nel nastro Notazione per scegliere la chiave di basso da aggiungere all’inizio della misura che ospita il passaggio musicale.

077078

Prestate molta attenzione alle parti per percussione dato che le mappature MIDI dei campioni utilizzati negli strumenti virtuali possono non corrispondere alle altezze corrette nelle parti.

079

Poiché sul MIDI le parti staccate vengono realizzate con le note di lunghezza dimezzata, nel passaggio dal MusicXml alla partitura in Sibelius questa scrittura viene trasmessa come possiamo osservare nell’immagine seguente relativamente alla parte di flauto.

080

Per correggere basta selezionare tutto il passaggio ed utilizzare il tastierino numerico per trasformare le note in crome ed aggiungere l’articolazione staccato.

081

Verificate l’ultima pagina se per caso ospita delle misure vuote (dovute alle parti MIDI originali che avevamo visto in Cubase).

082

In tal caso occorre selezionare il passaggio musicale cliccando con il tasto [ctrl] (pc), [cmd] (apple) sulla prima misura vuota e poi con il tasto [shift] cliccando sull’ultima misura estendendo la selezione.

083084

Aggiungete infine tutti gli elementi per la tecnica e la dinamica delle parti perché sono essenziali per una buona riuscita della partitura. Se il vostro ruolo è solamente quello della trascrizione o della realizzazione delle partiture e se il compositore non vi dà alcuna indicazione sulle dinamiche e le articolazioni, prima di mandare tutto il lavoro alla produzione, obbligatelo a fare questo lavoro magari con una seduta di lavoro insieme a lui perché altrimenti le parti vi verranno spedite indietro con la cortesia di aggiungere gli elementi mancanti.

085

Poiché l’argomento trattato in questa serie di articoli è lungo e complesso lo dividerò in 5 articoli anziché tre come avevo espresso nel primo articolo.

Informazioni su silviorelandini

sound designer, docente di tecnologie musicali, direttore iitm
Questa voce è stata pubblicata in Colonna Sonora, Mestieri tecnologici e professionisti, MIDI processing & editing, Orchestrazione Virtuale, protocollo MIDI, Software, Tecnologie Musicali e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Dal progetto virtuale alla registrazione con orchestra (terza parte)

  1. Pingback: Dal progetto virtuale alla registrazione con orchestra (quarta parte) | tecnologiamusicale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...