Lezioni di Sibelius 7 – 20 (La scrittura polifonica a più voci, prima parte)

La scrittura musicale può prevedere la presenza di più linee melodiche indipendenti sulla partitura che si sviluppano contemporaneamente. Si pensi ad esempio alle “Invenzioni a tre voci” di J.S. Bach di cui possiamo ammirarne uno spunto nell’immagine seguente.

255 cap 8

Sul rigo in chiave di violino nelle misure 3 e 4 possiamo notare due linee melodiche distinte evidenziate con il colore blu e verde della testa delle note. Sibelius consente la scrittura di queste linee melodiche indipendenti grazie all’utilizzo di voci differenti. Questo concetto è un pò differente rispetto a quello classico della teoria musicale: ad esempio quando scriviamo una triade, ovvero un accordo costituito da tre, dalla teoria musicale siamo abituati a considerare complessivamente l’accordo costituito da 3 voci ciascuna associata ad ogni nota dell’accordo. Sibelius però potrebbe considerare l’accordo come associato interamente ad una sola voce in quanto considera una voce la possibilità di avere un gambo della nota indipendente rispetto ad un’altra nota che viene suonata contemporaneamente. Per ogni rigo musicale singolo Sibelius può consentire la scrittura di massimo 4 voci ovvero dare la possibilità di inserire fino a 4 linee melodiche indipendenti.

SI 0206

In presenza di un doppio rigo (come nel caso del pianoforte) possiamo distinguere complessivamente fino a 8 voci (4 per il rigo superiore e 4 per quello inferiore).

Nella scrittura che prevede l’inserimento di più voci su un rigo musicale dobbiamo inserirne una alla volta partendo da quella che riteniamo più opportuna. Ovviamente occorre prima selezionare la voce e poi scrivere le note. Non è mai possibile inserire una nota senza averla assegnata prima ad una voce e ciò è vero anche quando dobbiamo scrivere una sola voce in un rigo. Di default Sibelius assegna sempre le note alla voce 1 ma possiamo cambiare l’assegnazione della voce ad una delle quattro voci possibili cliccando direttamente su uno dei piccoli pulsanti che si trovano nella parte inferiore del tastierino numerico.

Per facilitare il riconoscimento, ogni voce è associata ad un colore:

  • voce 1: blu
  • voce 2: verde
  • voce 3: arancione
  • voce 4: fucsia

258 cap 8259 cap 8260 cap 8261 cap 8

Le voci 1 e 3 hanno di default il gambo delle note rivolte verso l’alto mentre le voci 2 e 4 verso il basso. Tuttavia se in partitura è presente la sola voce 1 l’orientamento del gambo della nota segue la regola classica della grammatica musicale (verso il basso per tutte le note singole posizionate a partire dalla terza linea sul rigo a salire, verso il basso per tutte le note singole posizionate a partire dal secondo spazio sul rigo a scendere).

262 cap 8

Non appena però aggiungiamo un’altra voce i gambi delle note facenti parte della voce 1 assumono un orientamento verso l’alto.

263 cap 8

Annunci

Informazioni su silviorelandini

sound designer, docente di tecnologie musicali, direttore iitm
Questa voce è stata pubblicata in Corsi, Software e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...