Scienza del Suono: gli strumenti ad arco (seconda parte)

Vediamo quali sono le parti fondamentali di uno strumento della famiglia degli archi riferendoci al caso del violino.

Schermata 10-2456944 alle 14.01.20

Grazie al passaggio di energia dalle corde alla tavola armonica e all’influenza del tipo di legno usato, dei fori e dell’aria, vengono a prodursi tutte le componenti sinusoidali armoniche e non. Alcuni fenomeni di risonanza amplificando l’energia di alcune frequenze influiscono e danno il timbro caratteristico ai vari strumenti della famiglia.

La risonanza con frequenza più bassa è quella che coinvolge l’aria interna e quindi i fori ad effe e la cassa. La frequenza di risonanza dell’aria dipende dal volume della cassa e dall’area dei fori secondo la nota formula creata da Lord Rayleigh.

Schermata 10-2456944 alle 14.10.27

Questa risonanza è molto importante per la definizione dell’intervallo di frequenze basse e per i vari strumenti della famiglia risulta essere:

  • Contrabbasso: 60 Hz
  • Violoncello: 100 Hz
  • Viola: 250 Hz
  • Violino: 300 Hz

Ovviamente esistono altre risonanze molto importanti. Per il violino sono:

  • Risonanza principale della tavola armonica: 500 Hz
  • Risonanza principale del legno: 1000 Hz
  • Altre risonanze del legno sono posizionate in un intervallo compreso tra i 1400 e i 4000 Hz e determinano la sonorità dello strumento

Schermata 10-2456944 alle 14.25.21

Queste risonanze sono molto importanti. Provate ad intervenire con l’equalizzatore su una traccia dove è registrata una parte di violino singolo o di violini e centrate le bande dell’equalizzatore sulle varie frequenze di risonanza. Provate ad enfatizzare o attenuare le bande ed ascoltate come cambia il timbro complessivo del violino.

Conoscendo i rapporti di frequenza che esistono tra il violino, la viola, il violoncello e il contrabbasso non è complicato ricavarsi le frequenze di risonanza per ognuno di essi.

Pubblicità

Informazioni su silviorelandini

sound designer, docente di tecnologie musicali (Conservatorio S. Cecilia, Saint Louis College of Music), direttore iitm
Questa voce è stata pubblicata in Scienza del Suono e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...