Lezioni di Cubase – 53 (processing audio 18)

Processing offline

processing Normalize realizza un’amplificazione dell’evento selezionato evitando però di creare un clipping. Ad esempio vediamo la seguente selezione.

743 lez 15

Selezioniamo il processing Normalize (dal menu Audio o dal’Inspector dell’Editor) si apre la seguente finestra.

744 lez 15

Nel riquadro Maximum si indica il massimo livello che deve avere la parte di evento presente in selezione. L’algoritmo che effettua il calcolo è complesso: si inizia con l’analisi dell’audio interessato al processing per leggere il picco di livello dopodiché si effettua una sottrazione con il valore indicato nel riquadro Maximum (impostabile da un minimo di -50 dB ad un massimo di 0 dB). Il risultato ottenuto è utilizzato per incrementare il segnale in modo da livellare zone di basso volume. Ad esempio, scegliendo il valore -4.00 dB e premendo Process possiamo vedere il risultato tra prima e dopo (immagini seguenti) l’applicazione del processing.

745 lez 15

746 lez 15

Personalmente non sono un amante di questo processing e consiglio sempre i miei allievi di applicarlo con grande coscienza e moderazione soprattutto se si sta lavorando ad una produzione di musica acustica per non penalizzare l’espressività e la dinamica dell’esecuzione musicale.

Alcuni processing hanno un effetto particolare nel sound designing. Ad esempio effettuiamo una selezione di una parte dell’evento e copiamo la selezione effettuata nella clipboard.

747 lez 15

Spostiamo l’area di selezione su un’altra parte dell’evento.

748 lez 15

L’audio copiato può essere missato con quello della selezione nuova. Scegliamo il processing Merge Clipboard la cui finestra presenta le seguenti opzioni.

749 lez 15

Il missaggio comincia dall’inizio della selezione ed è possibile stabilire il rapporto tra il livello dell’audio selezionato (indicato con Orig.) e quello copiato nella clipboard (indicato con Copy) agendo sul fader orizzontale denominato Sources mix. Provate ad impostare un Sources mix pari al 50% ed ascoltate il risultato premendo su Preview. Quello che ascolterete è un audio costituito dall’audio della selezione più quello copiato con un livello pari a 50% per ciascuno. Cliccando su Process sulla selezione effettuata l’audio originale verrà sostituito con quello ottenuto missandolo insieme all’audio copiato nella clipboard. Provate a farlo.

Nella realizzazione di una ripresa stereofonica che genera un file audio stereo, anche se raramente, può accadere di avere a che fare con la correzione di errori nella ripresa che possono portare ad avere l’inversione della fase (180°) per uno o entrambi i canali costituenti il file stereo. Per correggere questa inversione si può utilizzare il processing Phase Reverse.

750 lez 15

La finestra  presenta il menu Phase Reverse on dal quale possiamo scegliere tre opzioni.

751 lez 15

  • All Channels per invertire di fase sia il canale sinistro che quello destro dell’audio selezionato,
  • Left Channel per invertire la fase del canale sinistro,
  • Right Channel per invertire la fase del canale destro.

Effettuiamo una nuova selezione come ad esempio nella figura.

752 lez 15

Se selezioniamo il processing Reverse si ottiene l’inversione dell’audio selezionato che produce in ascolto l’effetto generato dalla lettura al contrario effettuata sulla selezione.

753 lez 15

Effettuiamo ora la seguente selezione in una zona silenziosa di un file dove sono presenti dei rumori.

755 lez 15

Selezioniamo ora Audio/Statistics per avere informazioni sulla selezione effettuata.

756 lez 15

Come possiamo osservare, questa tipologia di rumore ha un picco massimo pari a -19.86 dB. Impostiamo ora nuovamente la selezione sul loop individuato dai locatori L, R.

757 lez 15

Apriamo il processing Noise Gate che presenta la seguente funzione.

758 lez 15

Il processing effettua un’analisi dell’audio selezionato e se trova zone che presentano un livello al di sotto di quello specificato nel riquadro Threshold (soglia) le sostituisce con altrettante zone di silenzio (zero crossing). L’Attack Time indica il tempo impiegato per applicare il processing. il Min. Opening Time è il tempo minimo di apertura del gate che regola il processing: se il gate si apre e si chiude molto spesso quando si applica il processing occorre aumentare questo valore. Il Release Time è il tempo impiegato al gate per chiudersi completamente quando il livello audio scende sotto quello indicato dalla soglia. Poichè il livello di picco dei rumori analizzato in precedenza è pari a -19.86 provate ad impostare come valore di soglia -19.50 dB (come mostrato in figura) ed ascoltate il risultato. Se il risultato vi soddisfa cliccate su Process. Il processing come potete osservare ha rimosso tutte le zone con i rumori.

759 lez 15

Occorre fare molta attenzione quando si effettua questo tipo di processing perchè si potrebbero penalizzare gli attacchi e i rilasci dei suoni come possiamo osservare nell’immagine seguente (a: risultato del processing; b: audio originale).

760a lez 15

760b lez 15

Annunci

Informazioni su silviorelandini

sound designer, docente di tecnologie musicali, direttore iitm
Questa voce è stata pubblicata in Audio processing & editing, Software, Tecniche di HD recording & Sequencing e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...