Lezioni di Cubase – 69 (routing audio 13)

Vediamo la procedura per salvare un preset. Ci aiutiamo con un esempio pratico mostrato nelle immagini. Si seleziona la traccia della voce e nel primo slot degli Insert  si aggiunge il plug-in Pitch Correct che si trova nella cartella Pitch Shift all’interno della lista dei plug-in. Studieremo più avanti in dettaglio in funzionamento del plug-in. Per il momento si sceglie il preset Correction Female Extreme nell’elenco di quelli disponibili, si mette in solo la traccia della voce e si avvia il playback del brano per ascoltare l’effetto che produce sulla voce.

960 lez 19

A titolo di puro esercizio, modifichiamo i valori così come sono indicati nella figura successiva.

961 lez 19

Di sicuro hanno dato alla voce una caratteristica timbrica diversa dall’originale e per alcuni versi potrebbe essere molto interessante. Se ora volessimo salvare in un preset queste modifiche selezioniamo Save Preset… dal menu che si apre cliccando il pulsante a destra del riquadro preset nella finestra plug-in.

962 lez 19

Nella finestra che compare aggiungiamo il nome che vogliamo dare al preset nella sezione New Preset.

963 lez 19

Cliccando sul pulsante subito sotto possiamo visualizzare la sezione che ci consentirà di scegliere gli attributi da dare al preset in modo tale da poterlo identificare meglio in una ricerca avanzata.

964 lez 19

La finestra si espande mostrando una nuova sezione chiamata Attribute Inspector che mostra in due colonne la lista degli attributi possibili e il o i valori assegnati per i vari attributi.

965 lez 19

Cliccando nel campo Value dell’attributo Category si mostra un elenco con i valori possibili.

966 lez 19

Scegliamo Vocal e il valore verrà mostrato nella colonna Value.

967 lez 19

Ogni categoria può mostrare i valori anche in finestre personalizzate come nel caso dell’attributo Character che può avere assegnato anche più di un valore.

968 lez 19.png

Scegliamo più di un valore per questo attributo. L’elenco di quelli assegnati viene mostrato in basso.

969 lez 19

Cliccando su OK i valori vengono mostrati nel corrispondente campo.

970 lez 19

Per l’attributo Sub Category scegliamo Vocal/Solo.

971 lez 19.png

Ecco come appare la configurazione finale data alla sezione degli attributi.

972 lez 19

Salviamo ora il preset che possiamo osservare nel riquadro preset del plug-in.

973 lez 19

Quando in futuro lo cercheremo, questo sarà presente nell’elenco di quelli disponibili.

974 lez 19

Grazie agli attributi, è più facile cercare il preset soprattutto negli elenchi lunghi.

975 lez 19.png

I preset creati dagli utenti vengono salvati in posizioni specifiche all’interno dell’HD.

Nei computer con sistema operativo Windows sono in: \Users\<Nome Utente>\AppData\Roaming\VST3 presets\<Produttore>\<Nome plug-in>\.

Nei computer con sistema operativo OsX sono in: /Users/<Nome Utente>/Library/Audio/Presets/<Produttore>/<Nome plug-in>.

Ecco come si mostra il percorso nel caso del mio apple.

976 lez 19.png

E’ infine possibile salvare in un preset il rack intero degli effetti in insert comprensivo non solo della lista degli effetti presenti e del loro ordine in essa ma anche di tutte le impostazioni scelte per i paramentri dei singoli effetti. Per creare un preset per la sezione Insert possiamo agine dall’Inspector della traccia audio associata al canale nel mixer o nell’Edit Channel Setting portando il mouse sulla destra del nome della sezione per far comparire il piccolo pulsantino del Preset Management.

977 lez 19

La stessa operazione può anche essere effettuata nella sezione Insert del mixer.

978 lez 19

Cliccando sul pulsantino si apre un piccolo menu dove possiamo selezionare l’opzione per salvare il preset.

979 lez 19

Una volta cliccato su Save FX Chain Preset… si apre la solita finestra dove possiamo seguire le stesse procedure viste poco fa.

980 lez 19

Quando invece sceglieremo Load FX Chain Preset… si aprirà la seguente finestra dove potremo visualizzare in lista i preset salvati.

981 lez 19

Annunci

Informazioni su silviorelandini

sound designer, docente di tecnologie musicali, direttore iitm
Questa voce è stata pubblicata in Software, Tecniche di HD recording & Sequencing e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...